Biblioteca elettronica gratuita

Efori. Antichi e moderni nei dibattiti sul potere di controllo - Saffo Testoni Binetti

Saffo Testoni Binetti Un libro che puoi leggere e scaricare da noi

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI DOC
DATA: 29/03/2013
DIMENSIONE: 9,1
ISBN: 9788849837520
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Saffo Testoni Binetti

Descrizione:

I pensatori politici moderni ricercano nel passato i fondamenti del buon governo per la progettazione di uno Stato forte, pacifico e duraturo, ma, mentre mostrano di trarre dalla tradizione modelli di riferimento, di fatto rivoluzionano la storiografia e, sul piano politico, deformando ideologicamente le testimonianze con disinvolta consapevolezza, ne ricavano effetti profondamente innovativi. In questo modo elaborano anche l'idea del controllo del potere, per la quale si ispirano ad un ricchissimo patrimonio storico, filosofico, giuridico, etico e religioso, e discutono il mito degli efori dell'antica Sparta in un dialogo extratemporale, in cui coinvolgono i filosofi dell'antichità e gli avversari politici coevi.

.... Constant sostiene che la libertà degli antichi è autonomia politica collettiva mentre quella dei moderni è libertà privata individuale: "L ... Primapersona. Percorsi autobiografici (2012). 30: Armi e ... ... ... In certi casi le corporazioni sembrano essersi formate come derivazione di preesistenti confraternite di carattere devozionale, mentre quelle create, per così dire, ex novo, si fondavano sul sodalizio dato dal giuramento che impegnava i loro membri all'assistenza reciproca e alla difesa degli interessi comuni.. Le prime corporazioni a costituirsi furono quelle dei mercanti: agli inizi del XII ... Secondo Constant, una delle differenze più importanti ... Efori. Antichi e moderni nei dibattiti sul potere di ... ... .. Le prime corporazioni a costituirsi furono quelle dei mercanti: agli inizi del XII ... Secondo Constant, una delle differenze più importanti fra la politica antica e la politica moderna, è il carattere rappresentativo dei nostri governi, che era del tutto assente nelle poleis greche, democratiche o aristocratiche che fossero, e negli altri regimi dell'antichità. 85 Essendo il potere politico gestito senza mediazioni, la libertà degli antichi consisteva nell'esercitare ... GLI EFORI: anche loro eletti dall'APELLA, ma su designazione della GERUSIA, erano 5 e rimanevano in carica per 1 anno, proponevano le leggi, avevano l'effettivo controllo del potere ... Il potere dei re era limitato, ma era limitato dagli efori, e non da uomini investiti di una missione simile a quella ... Lo scopo degli antichi era la condivisione del potere sociale tra i ... Diffidiamo, dunque, Signori, di questa ammirazione per certe antiche memorie. Poiché viviamo nei tempi moderni, io voglio la libertà ... Le scoperte dei libri degli Antichi. Gli Antichi e i Moderni secondo Coluccio Salutati. Ancora Coluccio Salutati sul rapporto dei Moderni con gli Antichi. La polemica tra Poggio Bracciolini e Lorenzo Valla. La posizione di Pomponio Leto. La cultura antiquaria di Ciriaco d'Ancona e Felice Feliciano. Già nei primi anni Settana, il grande storico dell'antichità Moses I. Finley si rese conto dell'inattualità della teoria classica della democrazia, cogliendo l'occasione per una mirabile riflessione con la democrazia ateniese come punto di riferimento: La democrazia degli antichi e dei moderni (1972). La libertà degli antichi si basava sui seguenti punti: la democrazia ateniese, con le parole di Pericle, era un potere che spettava alla maggioranza e di fronte alle leggi gli uomini erano tutti pari. Il sistema e il potere del popolo però era tenuto in vita dall'esistenza della schiavitù e dalla sottomissione di chi non era cittadino. (lat. magistratus). - Nella costituzione politica greca e romana il magistrato è il cittadino investito di un potere di comando e che agisce nell'interesse della pubblica cosa, senza distinguere se eserciti una funzione militare o civile, legislativa o esecutiva, giudiziaria o amministrativa. Nell'uso comune moderno la parola magistrato designa invece più specialmente colui al quale spetta l ... La "disputa sugli antichi e i moderni" infiammò il dibattito letterario alla fine del XVII secolo in: Spagna. Francia. Inghilterra. Punti: 0. Scegli la categoria. Geografia Cinema e musica Sport Scienze Alimentazione e cucina Arte e Architettura Letteratura Religioni Storia e Miti Varie e curiosit ... Il processo a Socrate fu un processo politico. Ma questa circostanza, nell'antica Atene, non destava nessuno scandalo. La sua democrazia diretta si fondava sul principio della pari competenza politica di tutti i cittadini in quanto tali, tanto che buona parte delle cariche - comprese quelle giudiziarie - finirono per essere assegnate per sorteggio. La divisione dei poteri, in un simile regime ... Il «Discorso sulla libertà degli antichi paragonata a quella dei moderni ... eccessi, perché fisso lo sguardo sui suoi risultati) ... re era limitato, ma era limitato dagli efori e non da uomini investiti di una missione simile a quella che Il Pareti, inoltre, intravede nei passi degli antichi una notevole indipendenza concessa a Ibla Gereatide, almeno fino al tempo di Dionisio I: l'indipendenza di cui godeva potrebbe essere dunque un'altra causa dell'estraneità di Ibla nei confronti di Ducezio e di quelle popolazioni autoctone che invece erano desiderose di maggiore libertà; una condizione che giungerà loro solo nel 405 a.C ... Possiamo concludere questa breve analisi constatando come l'idea della « barbarie » domata contemporaneamente dalla « civiltà » greca in Grecia e in Sicilia ritorni nel tempo tra i moderni al pari che tra gli antichi, seppure in modi differenti ; essa risulta particolarmente congeniale a quel processo di definizione di un'astratta identità dell'Occidente e dell' Europa che, nel ... Ciò avviene perché la figura (secondo alcuni erede degli antichi Efori o dei Tribuni plebis ovvero dei Defensores Civitatum) è stata proposta in Svezia [5] proprio come intermediaria tra potere e governati [6], sicché spesso crea l'illusione di potere colmare il solco (sempre più profondo) esistente tra 'potere' e uomini, oggi avvertito come fonte di disparità ed ingiustizie....