Biblioteca elettronica gratuita

L'orizzonte del vivente. Individui, parti e sostanze in Aristotele - Annalisa Arci

Annalisa Arci Un libro che puoi leggere e scaricare da noi

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI DOC
DATA: 09/09/2011
DIMENSIONE: 11,52
ISBN: 9788864580302
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Annalisa Arci

Descrizione:

"Il risultato fondamentale di questo studio è la chiara comprensione del perché le 'singolarità di Schwarzschild' non esistono nella realtà fisica", (A. Einstein, "Annals of Mathematics", Vol. 40/4 (1939), p. 936). Percezioni: "storie individuali che si toccano". Figure, forme, punti nello spazio a cui si ancora una varietà infinita di qualità che avvertiamo in un attimo della nostra "storia". Il modo in cui le qualità si ordinano in un unico campo sensoriale, facente capo alla "parte centrale" (il cuore) del percipiente, ci offre la controparte "psicologica" della sua organizzazione "strutturale". Ecco l'"orizzonte del vivente": un asse "anomeomero" e di "non-contraddizione" ancorato a questa parte. Localizzato in quella parte in cui il vivente intero è racchiuso in potenza, e di cui la virtualità della forma si serve per costruire l'infinita varietà degli individui...

...i, parti e sostanze in Aristotele. Autore Annalisa Arci, Anno 2011, Editore Tangram Edizioni Scientifiche ... Aristotele. Qualcosa sui miei studi | Annaliside ... . € 19,50 ... Parti diafane. Introduzione alla mereologia di Aristotele è un libro di Annalisa Arci pubblicato da Lampi di Stampa nella collana TuttiAUTORI: acquista su IBS a 18.80€! sostanze.info è una comunità che vive del rispetto reciproco. Se maltratti, insulti, o molesti in qualsiasi modo gli altri utenti non sei benvenuto/a. La redazione si riserva il diritto insindacabile di nascondere o cancellare in ogni momento contenuti o ... L'Orizzonte Del Vivente Individui, Parti E Sostanze in ... ... . La redazione si riserva il diritto insindacabile di nascondere o cancellare in ogni momento contenuti offensivi, nonché di bloccare l'accesso ai loro autori. Così Aristotele riduce le platoniche idee, essenze sovracelesti, a umani concetti, che si usano per definire ogni specie dal genere a cui appartiene, indicando la differenza che la distingue dalle altre specie del medesimo genere. § In luogo della platonica dialettica delle idee, Aristotele svolse un'analisi logica dei concetti, che indicano o sostanze, o "accidenti" delle sostanze ... Il brano seguente (L'anima, II, 412 a 20 - 414 a 28) costituisce l'immediata continuazione del testo su "L'anima è vita" a p. 474.In esso Aristotele sviluppa la sua tesi fondamentale, secondo cui «l'anima è la forma di un corpo naturale che ha la vita in potenza», ponendo la sostanzialità psichica in relazione alla teoria della potenza e dell'atto. Aristotele, infatti sostiene che al di fuori della polis, della città, non si può essere propriamente uomini; chi vive fuori dalla città, o è un dio o è una bestia, dal momento che l'uomo in quanto tale non può vivere se non nella polis, non può dunque far proprie se non quelle norme che reggono l'interazione armonica e non conflittuale degli uomini....