Biblioteca elettronica gratuita

«Parole di silenzio sottile». Omelie di Don Giuseppe de Nicola - G. Ligabue

Il migliore «Parole di silenzio sottile». Omelie di Don Giuseppe de Nicola Il file PDF può essere trovato qui

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI DOC
DATA: 28/06/2018
DIMENSIONE: 6,80
ISBN: 9788893913706
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: G. Ligabue

Descrizione:

Il volume raccoglie le omelie tenute da Don Giuseppe de Nicola nella basilica romana di San Pietro in Vincoli nell'anno liturgico 2013/14. Non sono "prediche", ma pensieri parlati e in prima persona, per non proteggersi dietro uno schermo. Per la ricchezza di pensiero, costituiscono un vero tesoro. Per questo si è deciso di pubblicarle al fine di allargarne a molti la fruibilità. L'invito è a leggere queste omelie come parole di Dio che arrivano a noi: quindi, con attenzione e cura perché - come si esprime il profeta Elia - Dio parla con "parole di silenzio sottile".

...il danno più grande che stai per "farti" aderendo al peccato che la tentazione propone! Silenzio, silenzio, per favore ... Sottile a 3,00 € | Trovaprezzi.it > Religione e Esoterismo ... . Gesù giace, rigido, il volto tumefatto e sfigurato, avvolto da un telo di lino tessuto apposta. La tomba di Giuseppe di Arimatea che non ha potuto salvare il Maestro malgrado la sua influenza nel Sinedrio e il suo denaro, ora accoglie il rabbì. Il silenzio fuori ordinanza di Nini Rosso versione Dalida karaoke Tromba Giuseppe Magliano Testo Amor, te ne vai, è tanto triste e tu lo sai. Che giorni inutili vivrò pensando a te, Questa la domanda che si pone il grande poeta statunitense Edgar Lee Masters ... «La tua parola è luce sul mio sentiero». Omelie di don ... ... . Che giorni inutili vivrò pensando a te, Questa la domanda che si pone il grande poeta statunitense Edgar Lee Masters, nella splendida poesia: 'Ho conosciuto il silenzio'. Abbiamo bisogno di fare silenzio, non per essere muti, ma per far emergere ciò che conta veramente, perché le parole tornino a dire qualcosa d'importante, perché le cose profonde possano riemergere da un'infinità di strati di banalità e di cenere con ... Confronta prezzi e caratteristiche tecniche di Liberare il silenzio. Acquista Religione e Esoterismo il silenzio online: Il silenzio di Maria, Vivere il silenzio nella liturgia e molti altri alle migliori offerte Il silenzio è anche assenza di parole e di volontà di comunicare: quando il tuo migliore amico è arrabbiato con te, se ne sta in silenzio e ti guarda con occhi feroci. Poi tu lo abbracci e lui comincia a parlare, sfogandosi per essere rimasto zitto per ben dieci minuti. Dalle parole alla Parola MONS. LEUZZI LORENZO DON TONINO BELLO MONS. BENIGNO LUIGI PAPA ... Don Gionatan De Marco Cose da sapere per dirsi cristiani VITTORIO DI GIAMBERARDINO ... Giuseppe Pani Il Signore tergerà le lacrime da ogni volto Il silenzio di Dio non è semplicemente castigo, ma è richiamo profondo, sottile che sale dal di dentro del cuore umano. Un richiamo che appartiene al suo essere a somiglianza di Dio, è nostalgia di quella brezza leggera che ventilava l'Eden quando Dio passeggiava con Adamo al calar del sole. don Michele Cerutti (Omelia del 13 Settembre 2015) Commento su Marco 8,27-35 Quando Gesù si trova ad operare in Galilea molti si chiedevano chi fosse questo uomo che faceva parlare i muti e udire ai sordi, vedere ai ciechi e scacciar demoni. Dal Vangelo secondo Matteo Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l'hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell'uomo dovrà soffrire per opera ... don Giacomo Falco Brini (Omelia del 01 Luglio 2018) Non sono invenzioni di Dio Ogni volta che leggo questa pagina di vangelo mi domando come mai Marco ha incastonato la guarigione della emorroissa (Mc 5,25-34) tra l'incontro del Signore con il parroco Giairo sulla riva del mare (Mc 5,22ss.) e la visita in casa sua per soccorrere la figlioletta già morta (Mc 5,38ss.). mons. Giuseppe Giudice (Omelia del 25-12-2012) Oggi è nato! È una notte di luce che rifulge su un popolo che cammina nelle tenebre. È una notte di gioia, di quella gioia che nasce dalla festa del raccolto e dalla spartizione del bottino. È una notte di pace, perché ogni mantello intriso di sangue sarà bruciato....